Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2020

San Franco di Assergi: la storia e la lezione di Giuseppe Lalli

Immagine
Premessa di Ivana Oggi pomeriggio, 26 luglio 2020, alle ore 17.30 ha avuto luogo l'incontro del "Giardino Letterario. La seconda delle relazioni è stata quella del dott. Giuseppe Lalli, che con competenza ed ampiezza ha parlato a nome della nostra associazione e ha presentato i principali momenti della vita di San Franco, alcune delle fonti a cui fare riferimento, il movimento eremitico medioevale, alcuni tratti della sua spiritualità e santità. Finalmente! Ci voleva l'evento "Ottocentenario" della sua morte e, contemporaneamente, della sua nascita come santo, per tornare a ridare spessore ad una straordinaria figura di uomo e di eremita vissuto tra XII e XIII secolo e che con la sua santità ha reso per sempre sacri i monti del Gran Sasso, in cui ha per anni vissuto e soggiornato, ha pregato e sofferto, ha compiuto miracoli e percorso tutti i sentieri dei versanti aquilano e teramano. Eppure è stato non solo molto trascurato, ma oggetto di omissioni più o meno vo

"I Santi del Gran Sasso"

Immagine
San Gabriele, San Franco, San Bernardino, San Celestino e Giovanni Paolo II nel Giardino Letterario di S. Pietro della Ienca Un evento di una certa singolarità, nell'ambito della rassegna, che da qualche anno ha luogo a San Pietro della Ienca, il Giardino Letterario 2020, ci sarà domenica 26 luglio 2020, in un programma articolato e che vede la presenza di più relatori su un tema, i Santi del Gran Sasso, i quali vengono così indicati: San Gabriele, San Franco, San Bernardino, San Celestino e Giovanni Paolo II. Non può che farci piacere che, nell'anno della sua celebrazione ottocentenaria, sia incluso in questa bella panoramica di Santi dell'Aquilano e del Teramano San Franco di Assergi, che fra le rocce di queste montagne ha vissuto gran parte della sua vita, ha sofferto, ha pregato, ha scelto le sue successive dimore, ha operato molti dei suoi miracoli, è morto nella notte di un cinque giugno. La fama di S. Franco e della sua santità nel corso dei secoli si è diffusa per i

Programma de "il Giardino Letterario" del 26 luglio 2020

Immagine
  Segue il Programma dettagliato della rassegna "Giardino Letterario" di S. Pietro della Ienca del 26 luglio, ore 17.30, nel corso della quale, per conto della Associazione Assergi: cultura, memoria e montagna, relazionerà il Dott. Giuseppe Lalli, studioso del pensiero cattolico. La nostra associazione ha progettato e sta curando la realizzazione degli eventi previsti per ricordare e festeggiare l'Ottocentenario di San Franco, che ricorre proprio in questo anno 2020. (Inserito da I.F. il 21 luglio 2020)

Autori di ieri e di oggi - Nuovo libro di Goffredo Palmerini

Immagine
  D omani ci sarà la presentazione a L'Aquila del nuovo libro di Goffredo Palmerini Italia ante CovidItalia ante Covid . presso l' Auditorium in Viale De Gasperi 60 (zona Torrione) , non più in Piazza Duomo come indicato in un primo momento . Si riporta testo e Poster. " Proprio agli Amici aquilani rivolgo l'invito - se hanno possibilità - a partecipare all'incontro, che sarà svolto con tutte le misure di sicurezza anti Covid. Infine, comunico che il mio libro può essere facilmente ordinato e acquistato attraverso la landing page, aprendo il link qui sotto indicato. https://my-landingpage.com/italia-ante-covid/ Per gli Amici all'estero consiglio di ordinare il libro scrivendo una email a direzione@onegroup.it , la casa editrice One Group vi calcolerà le spese di spedizione che vanno aggiunte al prezzo del libro (15 euro). Le spedizioni in Italia sono fatte con corriere espresso, all'estero con Poste Italiane."

Acqua di San Franco

Immagine
  Diamo in anteprima la notizia che, come associazione culturale che ha proposto e sta realizzando il progetto Ottocentenario di san Franco di Assergi, abbiamo in programma per il 13 agosto nei due Luoghi-Santuario di San Franco, quello all’aperto sul Monte San Franco e la Chiesa di Santa Maria Assunta di Assergi i seguenti due eventi: Alle ore 11.00 all’Edicola montana presso l’Acqua di San Franco (1752 m. s.l.m.) sarà celebrata la S. Messa da Sua Eccellenza Mons. Orlando Antonini Nunzio Apostolico, da Padre Carmine Serpetti (o.f.m.) e da Don Manuel Cepeda Parroco di Assergi. Alle ore 20.00 presso la chiesa parrocchiale di Assergi “Santa Maria Assunta” ci sarà da parte del Gruppo Corale e Strumentale Deltensemble la prima presentazione di IL RESPIRO DELLA MONTAGNA quadri di racconto, musica e canto in onore del Santo Patrono di Assergi (AQ) e di Forca di Valle (TE), nonché protettore di vari paesi e territori toccati dalla sua vita, come Roio, Lucoli, Arischia, Ortolano e d

Avvisi dalla Parrocchia di Assergi

Immagine
  Chiesa "Santa Maria Assunta - Santuario di San Franco" AVVISI Giovedì 16 luglio alle ore 17.30, in onore della Madonna del Carmelo, la Santa Messa sarà celebrata nella cappellina della Madonna. Domenica 26 luglio la Santa Messa sarà celebrata alle ore 10.00, e non alle ore 11.00. La Novena in preparazione della Festa dell'Assunta inizierà il 6 agosto, con il Rosario alle ore 17.00 e la Messa alle ore 17.30. Oggi, giovedì 16 luglio alle ore 17.30, dopo aver attraversato una Via della Chiesa ed una Piazza S. Franco del tutto deserte, accompagnati da solo scroscio dell'acqua della fontana, si è raggiunto la chiesetta di Porta di Rivo o della Madonna del Carmelo , ove si è svolta la S. Messa e la Celebrazione Eucaristica in un'atmosfera raccolta. Nel frattempo la chiesa parrocchiale si sta preparando per i festeggiamenti del 15 agosto dedicati a Santa Maria Assunta.

San Camillo de Lellis

Immagine
(Segnalato da Mimina) I Santi: storie di maestri di vita cristiana di tutti i tempi che come fari luminosi orientano il nostro cammino.Vita ed opere. Di nobile famiglia, nato a Bucchianico, nelle vicinanze di Chieti, il 25 maggio 1550, Camillo de Lellis fu soldato di ventura. Persi i suoi averi al gioco, si mise al servizio dei Cappuccini di Manfredonia. Convertitosi ed entrato nell'Ordine, per curare una piaga riapertasi tornò a Roma nell'ospedale di San Giacomo degli Incurabili, dove si dedicò soprattutto ai malati. Si consacrò a Cristo Crocifisso, riprese gli studi al Collegio Romano e, divenuto sacerdote nel 1584, fondò la «Compagnia dei ministri degli infermi». L'ordine dei Camilliani si distinse da altri per lo spirito della sua opera legata alla carità misericordiosa e per l'abito caratterizzato dalla croce rossa di stoffa sul petto. De Lellis pose attenzione unicamente ai malati, ponendo le basi per la figura dell'infermiere e del cappellano quali li vediamo

San Benedetto Patrono d'Europa

Immagine
  (Segnalato da Mimina) Nel 1964 Paolo Vi lo scelse come patrono principale dell’intera Europa (a lui si aggiunsero tra il 1980 e il 1999 altri cinque santi: Brigida di Svezia, Caterina di Siena, Cirillo e Metodio, Teresa Benedetta della Croce). La proclamazione avvenne esattamente il 24 ottobre 1964, giorno in cui papa Montini riconsacrò la chiesa abbaziale di Montecassino, distrutta 20 anni prima, nel 1944, durante la seconda Guerra mondiale. Paolo VI quindi, proclamando San Benedetto Patrono d’Europa, intese riconoscere l’opera meravigliosa svolta dal Santo mediante la Regola per la formazione della civiltà e della cultura europea. Oggi l’Europa – uscita appena da un secolo profondamente ferito da due guerre mondiali e dopo il crollo delle grandi ideologie rivelatesi come tragiche utopie – è alla ricerca della propria identità. Per creare un’unità nuova e duratura, sono certo importanti gli strumenti politici, economici e giuridici, ma occorre anche suscitare un rinnovamento etico e

Il Percorso dei due Santi di Ivana Fiordigigli

Immagine
Il Percorso dei Due Santi Ieri 4 luglio 2020, notizia che si è appresa da una serie di siti internet, è stato inaugurato un percorso, che collegherà il Santuario di San Gabriele a quello di San Giovanni Paolo II a San Pietro della Jenca, di ben di 39 chilometri e di una durata di circa 14 ore di cammino. Il sentiero è stato ideato e realizzato dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga con uno specifico finanziamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il filo conduttore e di collegamento tra i due Santi vissuti in un’epoca abbastanza vicina a noi, è stato identificato nel fatto che cento anni fa, nel mese di maggio, accaddero due eventi particolari:  - Il 13 maggio 1920, nella basilica di San Pietro in Roma, papa Benedetto XV proclamava solennemente come Santo Gabriele dell’Addolorata, il Santo protettore dei giovani; - il 18 maggio 1920, in Polonia, nasceva Karol Wojtyla che poi sarebbe diventato papa San Giovanni Paolo II. Riportiamo dal