VALORE di Erri De Luca



Post di Ivana Fiordigigli


Stanno scorrendo giornate in cui si rincorrono notizie angosciose di una guerra nel cuore dell'Europa, una guerra vera di bombe e di morti, di episodi crudeli che mai avremmo voluto vedere. Non poteva essere evitata? Di chi la colpa che ha fatto scattare dinamiche perverse di potere? Le due superpotenze storiche ormai si stanno affrontando e si affrontano in territorio europeo e l'Ucraina è al centro di questa ennesima tragedia. Giornalisti, storici, politici, generali in questi giorni in TV ci hanno inondato di profonde analisi, spiegazioni e strategie e non è su questo punto che vogliamo volgere il discorso.

Franco Dino Lalli ci invia la poesia riportata di seguito, quasi una rassegna dei veri valori della vita, vita da rispettare in tutte le sue pur minime forme.








VALORE 

di Erri De Luca


Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finché dura un pasto, un sorriso involontario,

la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varrà più niente

e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe,

tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,

provare gratitudine senza ricordarsi di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord,

qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,

la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.

Molti di questi valori non ho conosciuto.

Commenti

Post popolari in questo blog

L'Acqua di San Franco e la tradizione.

Giochi di una volta ad Assergi: PALLA BATTIMURO (lab. Memorie)