1 - GIOCHI di Giancaterino Gualtieri

Post di Ivana Fiordigigli


Chi è Giancaterino Gualtieri, l’autore di “GIOCHI”?

Uno stringato curriculum di Giancaterino Gualtieri, l’unico che ho avuto per le mani, è riportato nel suo libro Calendario; in esso dice poco della sua vita, ma soprattutto dice che, anche quando si è allontanato dal paese per motivi di studio e di professione, ha trovato il suo perno e il suo senso in San Benedetto in Perillis:




"Giancaterino Gualtieri è nato da famiglia contadina a San Benedetto in Perillis il 19 giugno del 1944 e lì è vissuto continuativamente fino a 12 anni quando, per motivi di studio, ha dovuto lasciare il paese nei periodi scolastici. È sempre tornato a San Benedetto in Perillis nei periodi di vacanza. Dopo la laurea ha insegnato nella Scuola Superiore, per finire poi la vita lavorativa all'Università dell'Aquila come Ricercatore Confermato. Ogni minuto di vita non lavorativa per lo stato l’ha vissuto a San Benedetto in Perillis, contadino fra contadini e cittadino fra cittadini e lì vive oggi."

La frase simbolo, e che forse dice tutto della sua personalità e del suo carattere è “contadino fra contadini e cittadino fra cittadini”.

La prima identificazione ci porta sul filone della sua passione per il lavoro della campagna e per il tipo di cultura che rappresenta, una passione vera e molto concreta, realizzata, ma non ostentata: "contadino fra contadini".

La seconda identificazione, “cittadino fra cittadini” ci porta sul filone del suo impegno civico e il desiderio di operare per concretizzare la passione che ha per la campagna, per il paese, per la cultura pastorale e contadina, che ancor oggi esprime, sia pure attraverso la memoria e il ricordo. Essi non restano oggetti di puro studio, ma diventano un obiettivo determinato: restaurare antiche strutture e luoghi simbolo e farli rivivere, raccogliere in essi gli antichi oggetti di vita e lavoro del tempo passato, un passato che diventa presente e può indicare ai giovani una strada da percorrere.

DSC01025

Il professor Giancaterino Gualtieri diventa così sindaco di San Benedetto in Perillis e svolge questo ruolo per due mandati, dal 2004 al 2015 con una lista civica, cercando di realizzare e mettere in opera le sue convinzioni culturali, attraverso il suo impegno territoriale e la valorizzazione e riscoperta dell’esistente, ad esempio: il restauro e il far rivivere le antiche “rotte” e il loro ruolo e senso di comunità; il restauro di un antico frantoio e la nascita in esso di un museo della vita contadina; iniziative culturali tese a valorizzare, pubblicizzare e far conoscere gli antichi mestieri, la cultura degli oggetti, le tradizioni popolari.

L’impegno dura ancora.  Può testimoniare la sua passione lo scritto inedito “Giochi”, che ci ha inviato per la pubblicazione sul sito della nostra associazione culturale.

E’ il frutto e il risultato di una ricerca svolta qualche anno fa e che, ipotizzo, volesse ampliare e completare, ma ritengo sia, anche così, ampia, dettagliata e significativa.

Ancor più importante la catalogazione dei giochi, raccolti in alcune grandi categorie che li raggruppano e caratterizzano, ma anche esse suggeriscono scoperte, affetti, poeticità, e offrono un filo logico su cui ripercorrerli.

Giancaterino Gualtieri con molta accuratezza e precisione ha raccolto le testimonianze dei giochi “di una volta”, le ha inquadrate logicamente e le ha rivestite con ricordi suoi personali, il che si è tradotto in una descrizione oggettiva ed anche scientifica delle singole modalità di svolgimento del gioco, ma attraverso scelte lessicali e stilistiche ha suggerito anche una vena nostalgica e poetica per quanto è stato e, forse, oggi non esiste più.

Questo, che di seguito si riporta, costituisce l'indice degli argomenti trattati e suggerisce, anzi indica, la logica del raggruppamento dei giochi.



      Giochi degli adulti con bambini.


   Giochi dei bambini e bambine.


Giochi di bambine e ragazze.


Giochi di ragazzi e ragazzotti.


Giochi di società.


A caccia di…


Gli… sport interessati.


I… bombaroli.


I… cavalieri… pardon gli… asinari.


Giochi in piazza.




(segue la pubblicazione dei singoli capitoli; il prossimo è:
Giochi degli adulti con bambini.)




Commenti

Post popolari in questo blog

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio

L'Acqua di San Franco e la tradizione.

Film: FESTA - Piccola storia di una Epifania