Fiori al Cimitero di Assergi

 Post di Ivana Fiordigigli

Ieri martedì 26 ottobre, tra le ore dieci e le undici, un furgoncino pieno di fiori, crisantemi colorati, e degli operai del Comune dell'Aquila si sono fermati davanti al Cimitero di Assergi e li hanno posizionati, dislocandoli opportunamente in vari punti, quasi una testimonianza di presenza e di partecipazione.

Un gentile pensiero da parte del Comune, che per la ricorrenza del 2 novembre, giorno dedicato ai Defunti, ha deliberato di adornare e abbellire anche i cimiteri delle singole frazioni del suo ampio territorio. Un segnale sicuramente da riconoscere e apprezzare.  

Stessa procedura che nei precedenti anni si è avuto quando nelle piazze dei singoli paesi è stato posizionato un albero di Natale illuminato, a segnare l'attenzione della Città nei confronti delle realtà periferiche. 

Segnale di attenzione che vorremmo si sviluppasse e portasse ad una adeguata strategia di sviluppo nei confronti di tanti altri servizi sociali del nostro territorio, dal trasporto alla sanità, alla nettezza urbana, all'arricchimento delle infrastrutture turistiche, ai servizi commerciali primari che andrebbero garantiti in loco, e di qui un lungo elenco, che non sto a dettagliare, sino alla cura di punti di aggregazione attrezzati per giovani ed anziani con possibilità di nuove modalità di uso del tempo libero, spettacoli, possibilità istruttive, biblioteche e quanto altro la città offre, ma di cui gli abitanti delle frazioni non sempre possono usufruire per problemi di tempo, di carenza del trasporto pubblico, di costi tutti a carico del singolo cittadino.












Commenti

Post popolari in questo blog

Tentativi di casta, Assergi prelatura autogestita

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio

L'Acqua di San Franco e la tradizione.