Acqua di San Franco 2021: risposta del Parroco

Post Ivana F.

In attesa di risposta ai quesiti posti dall'articolo pubblicato il 14 agosto sul nostro sito www.assergi.it  "L'Acqua di San Franco e la tradizione", portiamo a conoscenza sia il testo pubblicato il 13 agosto da "Assergi Racconta" sia la risposta del Parroco di Assergi sulla mancata celebrazione della Messa all'Acqua di San Franco il corrente anno 2021. 

Per quanto riguarda la risposta di Don Manuel, merita attenzione e riflessione la seguente affermazione:

 Inoltre mi è stato impossibile trovare persone che aiutassero a trasportare l'occorrente per la celebrazione stessa.

Il che fa pensare a tentativi e richieste di organizzazione dei festeggiamenti che sono rimaste disattese dalla popolazione tutta, ma soprattutto dall'organismo che avrebbe come compito precipuo quello di svolgere un tale compito: il comitato feste.





Risposta del Parroco

Alla redazione di "Assergi Racconta".
 
"In relazione alla vostra denuncia, fatta con tono polemico, per la mancata celebrazione eucaristica nella edicola dell'acqua di San Franco, tengo ad informarvi che essa non è stata dovuta ad un mio capriccio, ma ad una improvvisa indisposizione, né mi è stato possibile poter rintracciare in tempo utile un sacerdote che intervenisse al mio posto. Inoltre mi è stato impossibile trovare persone che aiutassero a trasportare l'occorrente per la celebrazione stessa. L'occasione mi è gradita per esprimere ai fedeli e agli assergesi il mio sincero rincrescimento.
Cordiali saluti"
.

Don Manuel Cepeda
amministratore parrocchiale pro-tempore  di Assergi.


Articolo pubblicato il 13 agosto da "Assergi Racconta":

La redazione di "Assergi Racconta" registra con sorpresa e disappunto che nella mattina del 13 agosto, presso l'edicola dell' "Acqua di San Franco", contrariamente ad una tradizione secolare, non ha avuto luogo alcuna celebrazione eucaristica. Il fatto ha deluso i tanti fedeli (qualcuno tornato ad Assergi per le vacanze estive) che, in omaggio all'antica tradizione, avevano raggiunto a piedi la chiesetta. L'episodio ci è sembrato molto grave, anche in considerazione del fatto che nessuno, dalla parrocchia o dalla curia, ha inteso giustificare una tale mancanza. Ne chiediamo conto alla Curia Arcivescovile dell’Aquila, anche a nome dei tanti pellegrini delusi e degli assergesi che stanno telefonando alla nostra redazione per avere notizie.
Ci chiediamo: forse dopo la celebrazione dell'Ottocentenario della morte di San Franco tutte le manifestazioni in sua memoria sono state azzerate? Può darsi, ma di certo il nostro San Franco non avrà gradito. E pensare che l'anno scorso è venuto a celebrare un vescovo. Quest'anno sarebbe bastato anche un cappellano...

Commenti

Post popolari in questo blog

Tentativi di casta, Assergi prelatura autogestita

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio

Roio e Lucoli sulle tracce del monaco Franco: il primo rifugio nel bosco.