Giochi di una volta ad Assergi: "GLI SCHIAFFITTI" (lab. Memorie)

Post Ivana F.

E' un gioco molto semplice. Non c'è bisogno di attrezzi, di spazio; C'è solo bisogno di velocità di riflessi per evitare la botta sul dorso della mano che qualcuno cerca di propinarci, mentre siamo proprio noi a cercare di darla all'altro 




Agli schiaffitti 

di Franco Dino Lalli

Il gioco si svolge principalmente per due persone che si sfidano a darsi il più alto numero di schiaffi sulle mani. 

Un bambino si pone di fronte all’altro, mette le sue mani a contatto con quelle del compagno. Chi ha le mani sotto rapidamente le mette sopra a quelle del compagno tentando di colpirle sul dorso mentre egli cerca di ritrarle il più rapidamente possibile.

Le mani non sono esattamente al sicuro! 

Il gioco consiste nel colpire il più forte possibile la mano dell’avversario, sovrapponendola alla sua (l’altro restituisce il favore, e il gioco prosegue con le stesse modalità).




Commenti

Post popolari in questo blog

Tentativi di casta, Assergi prelatura autogestita

Roio e Lucoli sulle tracce del monaco Franco: il primo rifugio nel bosco.

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio