Chiesa di Assergi: prima celebrazione post Covid 19




Dopo tutta una serie di eventi grossi e piccoli, locali, nazionali ed internazionali, culturali, sportivi, artistici, letterari annullati o rimandati a data da destinarsi o rinviati direttamente al 2021 in seguito alla emergenza Covid19, una timida “Fase2” porta alla riapertura delle chiese ed alla celebrazione della S. Messa aperta al pubblico sia pure con tutti gli accorgimenti e precauzioni sanitarie prescritte.

Qualche notizia positiva si ha sui quotidiani il 12 maggio con l’articolo de “Il Centro” che annuncia per il lunedì successivo, cioè il 18 maggio 2020, “Riapre il santuario di San Gabriele”.

Sempre il 18 maggio il Cardinale Giuseppe Petrocchi alle 17.30 celebra la S. Messa in occasione del centenario della nascita di S. Giovanni Paolo II.

Lunedì 19 con Fra Fabio Catenacci vicario provinciale della Provincia di San Bonaventura o.f.m. e martedì 20 maggio con l’Arcivescovo metropolita dell’Aquila Cardinale G. Petrocchi, alle ore18, ci saranno le celebrazioni, con Santa Messa, per San Bernardino da Siena, compatrono della città dell’Aquila.

Anche la chiesa parrocchiale di Assergi “S. Maria Assunta” si prepara, ripulita e sanificata come da norme, alla sua ripresa delle funzioni religiose e della S. Messa per il giorno Domenica 24 maggio, Ascensione di N. Signore, alle ore 11.00.

La chiesa parrocchiale si sta altresì preparando per una imminente ricorrenza, un evento straordinario, l’OTTOCENTENARIO DELLA MORTE DI SAN FRANCO, avvenuta nella grotta di Pizzo Cefalone e la sua sepoltura nella antica cripta, ove sono custodite le sue reliquie. Per ottocento anni migliaia di pellegrini il 5 giugno hanno raggiunto la chiesa e i luoghi della sua vita, per onorarlo.

La statua, che tradizionalmente si porta nella Processione al Santo dedicata, per l’occasione è stata tolta dalla cappella, ove è solitamente collocata, e portata al centro della chiesa, davanti all'altare.

Assergi 20/05/2020





Foto di B. Ludovici

Post popolari in questo blog

Roio e Lucoli sulle tracce del monaco Franco: il primo rifugio nel bosco.

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio

Invito il 17 ottobre 2020 alla piantagione dell'albero di ciliegio