La Madonna di Fonte Trio in Pizzoli





di Mimina Faccia

Tra i comuni dell'alto Aterno sorge Pizzoli (AQ), forse sobborgo dell'antica città romana di Amiterno, come hanno dimostrato molte scoperte archeologiche.Insieme a Barete e San Vittorino, fu gloria dell' Amiterno e gloria cristiana dei monaci di San Equizio, prima che i Longobardi nel 571 desolassero la regione.Il territorio molto ampio, a ridosso del monte Marine, è ricco di acqua e proviene dalla sorgente "Trio", dove si trova un fontanile restaurato sul finire del XIX secolo ed utilizzato dalle donne del paese, fino alla prima metà del '900 per lavare la biancheria.Domenica 21 Giugno, l'Associazione "Ji Quatrani sotto aju Monte", di Pizzoli, si è fatta promotrice per il restauro del fontanile negli anni abbandonato a se stesso, posizionando in una nicchia una statua della Beata Vergine Maria la "Madonna di Fonte Trio".Il parroco, don Claudio Tracanna, ha celebrato la messa domenicale sul piazzale, mettendo in risalto nell'omelia il significato delle tre litanie aggiunte da papa Francesco alla preghiera del rosario: “Maria, Madre della Misericordia, Maria madre della Speranza e Soccorso dei migranti”.Al termine della Messa poi è stata scoperta e benedetta la nuova effigie della Madonna di Fonte Trio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Roio e Lucoli sulle tracce del monaco Franco: il primo rifugio nel bosco.

A Giuseppe Lalli, sul suo articolo “Assergi, San Franco e Sant’Egidio

Tentativi di casta, Assergi prelatura autogestita